VUOI AVVIARE UNA NUOVA ATTIVITÀ NELLA RISTORAZIONE, MA NON SAI DA DOVE COMINCIARE?

SCEGLI HORECA CONSULTING

Consulenza e servizi professionali, a misura delle tue esigenze.

Consulenza personalizzata

Ogni nuova idea che si rispetti, prima di essere sviluppata necessita di un’analisi approfondita e di una strategia mirata. Nel 2019 sono stati ben 112 i business plan realizzati e 3 i nuovi format studiati. Non ti offriamo soluzioni preconfezionate, ma un servizio realizzato a misura delle tue necessità e dei tuoi obiettivi di business.

Esperienza mirata nella ristorazione

Per realizzare il tuo sogno, affidati al nostro team qualificato di professionisti che ogni giorno lavora a stretto contatto con le aziende della ristorazione. Consulenti qualificati sono pronti ad affiancarti nel tuo nuovo progetto di business!

Da start up ad azienda di riferimento

Centinaia di start up della ristorazione, grazie ai nostri servizi, sono diventate aziende affermate.

Gestione ottimizzata delle risorse

Non ci piacciono gli sprechi e i tempi morti. Ottimizzare le risorse a disposizione e convogliare gli investimenti nel modo migliore possibile sono due degli obiettivi su cui ci concentriamo ogni giorno.

Da start up ad azienda di riferimento

Centinaia di start up della ristorazione, grazie ai nostri servizi, sono diventate aziende affermate.

Gestione ottimizzata delle risorse

Non ci piacciono gli sprechi e i tempi morti. Ottimizzare le risorse a disposizione e convogliare gli investimenti nel modo migliore possibile sono due degli obiettivi su cui ci concentriamo ogni giorno.

Avviare una nuova attività.
Perché è tanto rischioso?

Sono tante le attività che operano nel settore della ristorazione, ma non è tutto oro quello che luccica.

Questo significa che non è sempre facile avviare un’attività in questo campo, che sono tante le insidie più o meno nascoste, che la strada per il successo è lunga e lastricata di molti ostacoli.

Sia che tu abbia già lavorato nel settore, sia che tu non abbia alcuna esperienza nella ristorazione, partire da zero con una nuova attività, è altamente rischioso.

Secondo il Rapporto Ristoratore Top 2019 ogni giorno chiudono 34 ristoranti. Il 2018 si è rivelato un anno dalle due facce: da una parte quello del record di consumi degli italiani fuori casa con 85 miliardi di euro spesi e dall’altra, quello del saldo negativo più corposo degli ultimi dieci anni tra il numero di società avviate, 13.629, e cessate, 26.073. Una differenza in negativo di -12.444 tra attività avviate e cessate, quasi il doppio rispetto alla differenza di -6.796 del 2008: 34 al giorno appunto.

Questo accade per tanti motivi. 

Non basta offrire un’ottima cucina e un servizio eccellente per avere successo nell’ambito della ristorazione. Se il futuro imprenditore non possiede precise caratteristiche e attitudini personali, sarà molto difficile che l’attività abbia il successo che merita.

Parliamo di spirito imprenditoriale, determinazione nel superare gli imprevisti e le inevitabili difficoltà, capacità di lavorare anche in situazioni di forte stress, predisposizione al contatto con il pubblico, doti manageriali e di leadership.

Ma ci sono altre motivazioni che decretano il fallimento di un’attività ristorativa.

Per avere successo la buona volontà e le attitudini caratteriali non sono sufficienti, serve anche un’idea vincente e un chiaro progetto imprenditoriale, che sappia dare credito alla propria attività. Di recente viene chiamato concept, ma altro non è che l’identità di un locale: solo una volta individuata è possibile definire il target di riferimento e l’offerta commerciale.

Ma ci sono altre motivazioni che decretano il fallimento di un’attività ristorativa.

Per avere successo la buona volontà e le attitudini caratteriali non sono sufficienti, serve anche un’idea vincente e un chiaro progetto imprenditoriale, che sappia dare credito alla propria attività. Di recente viene chiamato concept, ma altro non è che l’identità di un locale: solo una volta individuata è possibile definire il target di riferimento e l’offerta commerciale.

Sottovalutare i costi è un altro errore che si commette con molta frequenza. Ci riferiamo sia all’ investimento iniziale per l’avvio della nuova attività, ma anche ai costi di gestione e a quelli di risorse umane qualificate e specializzate.

Scarse capacità organizzative, un format inflazionato, una cattiva gestione, la presenza di personale non accuratamente formato, la mancanza di una comunicazione chiara, in grado di raggiungere il proprio target, l’uso inappropriato degli strumenti di marketing sono tra le altre cause di insuccesso di un’attività ristorativa.

Possiamo paragonare la tua idea imprenditoriale ad un alberello appena nato: per crescere sano e forte ha bisogno di acqua e di molte cure. Ha bisogno di mettere solide radici e di sviluppare i suoi rami e la sua chioma.

Avviare una nuova attività.
Perché è tanto rischioso?

Sono tante le attività che operano nel settore della ristorazione, ma non è tutto oro quello che luccica.

Questo significa che non è sempre facile avviare un’attività in questo campo, che sono tante le insidie più o meno nascoste, che la strada per il successo è lunga e lastricata di molti ostacoli.

Sia che tu abbia già lavorato nel settore, sia che tu non abbia alcuna esperienza nella ristorazione, partire da zero con una nuova attività, è altamente rischioso.

Secondo il Rapporto Ristoratore Top 2019 ogni giorno chiudono 34 ristoranti. Il 2018 si è rivelato un anno dalle due facce: da una parte quello del record di consumi degli italiani fuori casa con 85 miliardi di euro spesi e dall’altra, quello del saldo negativo più corposo degli ultimi dieci anni tra il numero di società avviate, 13.629, e cessate, 26.073. Una differenza in negativo di -12.444, quasi il doppio rispetto al -6.796 del 2008: 34 al giorno appunto.

Questo accade per tanti motivi. 

Non basta offrire un’ottima cucina e un servizio eccellente per avere successo nell’ambito della ristorazione. Se il futuro imprenditore non possiede precise caratteristiche e attitudini personali, sarà molto difficile che l’attività abbia il successo che merita.

Parliamo di spirito imprenditoriale, determinazione nel superare gli imprevisti e le inevitabili difficoltà, capacità di lavorare anche in situazioni di forte stress, predisposizione al contatto con il pubblico, doti manageriali e di leadership.

Ma ci sono altre motivazioni che decretano il fallimento di un’attività ristorativa.

Per avere successo la buona volontà e le attitudini caratteriali non sono sufficienti, serve anche un’idea vincente e un chiaro progetto imprenditoriale, che sappia dare credito alla propria attività. Di recente viene chiamato concept, ma altro non è che l’identità di un locale: solo una volta individuata è possibile definire il target di riferimento e l’offerta commerciale.

Sottovalutare i costi è un altro errore che si commette con molta frequenza. Ci riferiamo sia all’ investimento iniziale per l’avvio della nuova attività, ma anche ai costi di gestione e a quelli di risorse umane qualificate e specializzate.

Scarse capacità organizzative, un format inflazionato, una cattiva gestione, la presenza di personale non accuratamente formato, la mancanza di una comunicazione chiara, in grado di raggiungere il proprio target, l’uso inappropriato degli strumenti di marketing sono tra le altre cause di insuccesso di un’attività ristorativa.

Possiamo paragonare la tua idea imprenditoriale ad un alberello appena nato: per crescere sano e forte ha bisogno di acqua e di molte cure. Ha bisogno di mettere solide radici e di sviluppare i suoi rami e la sua chioma.

Questo cosa significa?

Che per non fallire dopo qualche anno, anche la tua idea, come l’alberello, ha bisogno di acqua e di cure, cioè di qualcuno che conosca le dinamiche del settore e sia in grado di sostenerti, di affiancarti passo dopo passo, di offrirti un supporto di valore per il tuo successo imprenditoriale.

Il successo di un’attività da parte di chi opera nell’ambito della ristorazione dipende molto dalla capacità di gestire accuratamente le diverse tipologie di risorse a sua disposizione, di pianificare e preventivare attentamente gli investimenti.  Di avere una visione lungimirante e molto ampia.

E allora che fare? Da dove partire? E soprattutto a chi rivolgersi?

Perché per aprire un’attività nel settore della ristorazione è così importante affidarsi a dei professionisti?

Anche nel comparto della ristorazione improvvisare non è affatto consigliabile.

Procedere per tentativi non solo ti farebbe perdere tempo prezioso, ma ti porterebbe fuori strada: se non si conoscono i gusti e i desideri del proprio target, se non si analizza in modo approfondito i propri competitors, se non si valuta attentamente il mercato di riferimento in cui si andrà ad operare, non sarà mai possibile mettere in campo un piano ben delineato, con obiettivi chiari e traguardi raggiungibili.

Affidarsi a dei consulenti professionisti, invece, rappresenta la scelta migliore sotto diversi punti di vista. Avere un partner con una così lunga esperienza conferisce sicurezza e fiducia. Ma non solo. Le sue competenze lo portano ad avere un approccio analitico provato dai numeri. Nessun consulente professionista va avanti per ipotesi e tentativi e questo è l’aspetto più importante che chiunque voglia avviare una nuova attività ristorativa deve prendere seriamente in considerazione.

Vuoi avviare un’attività nel campo della ristorazione?

Realizza il tuo sogno, affidati ad Horeca Consulting!

Consulenti esperti e qualificati sono pronti ad affiancarti nel tuo nuovo progetto di business.

Perché scegliere Horeca come partner della tua nuova attività?

Da 7 anni, offriamo un supporto qualificato alle nuove idee imprenditoriali. Ne verifichiamo la fattibilità e sviluppiamo un progetto chiaro e ben strutturato, in grado di supportare la neo attività e di aiutarla a raggiungere obiettivi concreti e misurabili in termini di successo e di fatturato.

Del nostro Team fanno parte professionisti esperti, in grado di proporre soluzioni mirate nell’ambito di risorse umane, strategia, marketing e comunicazione, operatività di cucina e sala, contenimento dei costi e studio di nuovi format. 

Il servizio di consulenza personalizzato, rivolto a chi desidera avviare una nuova attività ristorativa, si articola nelle seguenti fasi:

1

Analisi

In questa prima fase il compito dei professionisti di Horeca Consulting è quello di valutare accuratamente l’idea di business, i competitor e il mercato geografico di riferimento. Eseguiamo, inoltre, uno studio di fattibilità e una serie di indagini sull'eventuale luogo individuato e sulle location disponibili.

Per quel che riguarda la scelta del format, che definisce l’identità del nuovo ristorante, il neo imprenditore può fare richiesta di uno già avviato, oppure può chiedere di studiarne uno nuovo. In questo caso definiamo una nuova tipologia di offerta ristorativa, in funzione delle tendenze del comparto, del target di riferimento e delle esigenze espresse dal cliente.

2

Elaborazione del Business Plan

Il Business Plan è il documento che serve ad individuare in linea di massima gli investimenti finanziari necessari ad avviare l’attività e i tempi di rientro del capitale investito.

Per farlo bisogna prendere in considerazione una serie di fattori quali il menu, i potenziali clienti suddivisi per fasce di orario e giorni della settimana, i costi previsti del food and beverage rispetto alle materie prime individuate per il menu, i costi delle risorse umane previsti per lo sviluppo dell'attività con i parametri ideali per il tipo di servizio proposto, i costi della location oltre che gli investimenti in comunicazione necessari alla partenza dell'attività. Ci occupiamo anche di elaborare il piano finanziario dell’attività.

3

Avviamento della Start up

Durante questa fase l’attività consiste nella stesura del menù definitivo con ricette e relative schede tecniche (food costo preciso, fotografie, procedure per la realizzazione del piatto). L’individuazione delle materie prime e l’analisi dei fornitori sono fondamentali per il miglior rapporto qualità/prezzo nell'acquisto. Affianchiamo l’imprenditore nella selezione del personale, nella definizione dei turni di lavoro e nell’individuazione delle attività di comunicazione pre-apertura. Se necessario forniamo supporto nella gestione delle norme di igiene e sicurezza (HCCP, ecc.).

4

Monitoraggio e Controllo di Gestione

Attraverso un apposito software eseguiamo un controllo di gestione molto preciso al fine di evidenziare sprechi, inefficienze, best e worst seller del menu, ecc. Se necessario l’intervento può comprendere il controllo dei prezzi di acquisto per rendere quanto più efficiente possibile l'attività dopo il riscontro reale, dall'apertura in avanti. Al fine di ottimizzare il servizio e la cucina, proponiamo eventuali cambi di menu stagionali ed eseguiamo interventi diretti in sala e in cucina.

100 +

Business Plan elaborati
nell'ultimo anno

950k +

piatti serviti in un anno
dai nostri clienti

7mln +

euro di acquisti
Food&Beverage

Case History
Ecco un esempio pratico di applicazione del nostro metodo

Oppi'z Bistrot and Natural Pizza

Cliente ex dirigente multinazionale vuole investire nella ristorazione italiana in California a Santa Barbara;

Format: Pizza Gourmet con piccola cucina innovativa.

Prima Fase

Analisi sul format, prima trasferta in loco per analisi location individuata, studio di fattibilità e individuazione del layout corretto degli spazi: gestione spazi tra cucina, sala, bar e magazzini, ecc.

analytics-282739
graph-3331249

Seconda fase

Business plan condiviso con il cliente, prima individuazione dei fornitori potenziali, studio dei salari medi per posizione lavorativa sul territorio, definizione dell'investimento e del piano finanziario.

Terza fase

Invitato in loco un nostro collaboratore per 6 settimane, specializzato nella pizza che ha creato gli impasti su ricette pensate e provate a priori in Italia, nostra seconda trasferta nei giorni immediatamente prima dell'apertura: colloqui con i fornitori e check delle materie prime, formazione del personale di cucina sulle procedure per il menu e per la trattazione delle materie prime, formazione del personale di sala su servizio, piatti, carta vini e, in generale, materie prime italiane. Fine tuning sulla gestione degli spazi (tavoli, attrezzatura minuta, celle, ecc.)

men-chef-1514505

Quarta fase

Monitoraggio dei conti da remoto su dati inviati dal cliente, intervento su richiesta per l'introduzione di nuove ricette, eliminazione di piatti poco richiesti, sistemazione di ricette e proposte, supporto sulle attività di promozione: brunch, colazione, momenti morti in cui sviluppare attività, ecc.

Hai bisogno di maggiori informazioni

Puoi contattarci compilando il modulo qui sotto o tramite telefono, WhatsApp, mail o Facebook

I Nostri Partner